Efyr

Description:

image.jpg

Classe: Ladro
Livello: I
Razza: Elfo
Allineamento: Caotico-Buono
Divinità: Nessuna
Taglia: media
Età: 108 anni
Altezza: 1.36 m
Peso: 42 kg
Occhi: Verdi
Capelli: Abbastanza lunghi, grigi e raccolti in un codino
Pelle: Chiara

FOR 12
DES 16
COS 12
INT 15
SAG 11
CAR 10

Bio:

Bio:
Efyr nacque in un remoto ma pacifico villaggio elfico, nella foresta di Tethir, Secondogenito di Aramil e Valdiana. Durante la sua prima infanzia fu cresciuto in mezzo alla natura, seguendo le regole del popolo della foresta, apprendendo le basi della raccolta e della caccia dai suoi genitori che lo crebbero facendo di lui un bambino intelligente e dal carattere mite. Quando era ancora un ragazzo, mentre inseguiva un daino in fuga, Efyr scivolò in un burrone, e se non fosse stato per una serie di rai sporgenti, che ne rallentarono la caduta, sarebbe sicuramente morto, ma in quel caso rimediò solo una forte botta in testa, che lo fece svenire per parecchie ore. Per sua fortuna, o sfortuna, un losco mercante di passaggio lo trovò, e dopo avergli inutilmente svuotato le tasche per vedere se avesse qualche moneta, lo legò come un fagotto per trasportarlo fino alla grande città di Murann, dove venne venduto ad un criminale locale per una modesta somma. Il criminale infatti, necessitava di bambini e ragazzini per ampliare la sua rete di borseggiatori e spie nei distretti della città, così Efyr si ritrovò senza volerlo ad apprendere l’arte del muoversi nell’ombra. Durante i suoi primi anni, rischiò più volte di essere catturato dalla guarnigione locale e di farsi tagliare una mano di conseguenza, ma nonostante i suoi alti e bassi, l’esperienza fece il suo corso, e ben presto Efyr iniziò a farsi un nome nei più occulti quartieri della sua nuova casa, diventando un abile raggiratore e al ragazzo mite e docile di un tempo, venne a sostituirsi un enigmatico e fugace personaggio. Gli anni passarono, e durante una notte di autunno, l’attendente di un mago venne a fargli visita, questi lo ricattò offrendogli una ingente somma se fosse riuscito rubare un medaglione incantato dalle stanze di un Conte locale, altrimenti lo avrebbe consegnato alle guardie della città visti i manifesti con il suo volto in giro. Non avendo scelta Efyr accettò, il compito venne svolto in maniera impeccabile, e anche se perse mezzo orecchio a causa di un dardo di balestra, Efyr giunto dal mago, li consegnò il medaglione e venne pagato. Ma una volta fuori dalla stessa dimora, l’elfo venne circondato da quattro guardie e dall’attendente del mago, che lo accusò di furto e così, senza troppi giri, venne sbattuto in prigione.

Efyr

Nebbie dei Mondi - Mists of Worlds Woll77